Dal nostro European Payment Report...

I ritardi di pagamento e le conseguenze in cui possono incorrere le aziende.

Per le aziende di tutto il mondo non essere pagate entro i termini stabiliti è un grande problema. Guardando alla situazione italiana, questa incognita può minacciare la sopravvivenza delle aziende stesse, impattando in maniera negativa sul ciclo economico, con un rallentamento della crescita.

Quasi l’80% degli intervistati per il nostro European Payment Report ha individuato due grandi criticità che minano la sopravvivenza aziendale:

 

  • le perdite su crediti
  • la lunghezza dei termini di pagamento.

 

Le cause individuate sono principalmente due: la condizione di reale difficoltà finanziaria dei debitori e l’intenzionalità nel ritardo del pagamento - quest’ultima può sembrare una pratica tipicamente italiana, ma è diffusa anche in Europa, come afferma il 50% delle aziende europee.

Per difendersi dai mancati pagamenti, le precauzioni adottate dal 35% degli intervistati sono: la richiesta di un pre-pagamento o un piano di verifica e controllo di solvibilità della controparte.

Per il 44% del nostro campione italiano intervistato, i pagamenti entro i termini stabiliti garantirebbero uno slancio per la crescita aziendale. Secondo il 48% rappresenterebbero addirittura un’iniezione di liquidità importante e un notevole aumento di reddito. Dello stesso avviso sono anche le aziende europee: Italia ed Europa hanno le stesse priorità.

Per quanto riguarda i pagamenti della PA, i giorni di attesa per essere pagati dallo Stato sono diminuiti ma rimangono ampiamente al di sopra della media europea. Il problema non riguarda solo il ritardo nei pagamenti da parte dello Stato, ma anche il ritardo delle grandi imprese private che facendo valere la propria forza continuano a pagare in ritardo i fornitori. Trovate maggiori informazioni sul nostro report che potete scaricare qui