Sono le donne a soffrire di più le tensioni finanziarie

Spunti e riflessioni dai nostri report

Le donne più che gli uomini affermano che sono le questioni  finanziarie a causare tensioni relazionali secondo i nostri  report una donna su quattro ne soffre. Le questioni finanziarie sono abbastanza stressanti se affrontate in solitudine, ma quando hanno anche un impatto sulla vita familiare, diventano ancora più problematiche.

I risultati di un recente sondaggio condotto da Intrum sui consumatori europei mostrano che le questioni finanziarie sono una significativa causa di tensione nelle relazioni di coppia e il problema è particolarmente diffuso tra le donne intervistate.

L'European Consumer Payment Report 2019 (ECPR), che ha esaminato il comportamento finanziario e le opinioni dei consumatori in 24 paesi europei, ha rilevato che oltre il 29% delle donne era d'accordo sul fatto che i problemi nelle loro relazioni erano legati alla situazione finanziaria. Al contrario, solo il 22% degli uomini ha citato questo come motivo.

Quando i risultati vengono esaminati per paese, sembra che le relazioni nella Repubblica Ceca siano influenzate dalle tensioni finanziarie (42%), con i greci (39%) e i lettoni (36%) a seguire. Le relazioni tra Italia e Danimarca (rispettivamente il 9% e il 10%) sembrano essere le meno colpite dalle preoccupazioni economiche.

Una questione morale o una questione di reddito?

Il report di Intrum rileva come un numero maggiore di uomini (41%) rispetto alle donne (39%) è "molto fiducioso" di poter pagare la bolletta delle famiglia in tempo. Solo il 4% delle donne e il 3% degli uomini "non sono affatto sicuri" di poterlo fare. Tuttavia, più donne che uomini affermano di dare la priorità al pagamento delle bollette rispetto alla spesa quotidiana (75% donne, 67% uomini).

Ciò indica un divario tra la fiducia nella capacità di pagare le bollette ed a quali di queste  dare la priorità, che forse può essere spiegata dalla suddivisione del numero di occupati fra uomini e donne. Secondo i dati di Eurostat, esiste ancora una notevole differenza di genere nel tasso di occupazione nei mercati del lavoro europei; sono impiegati più uomini che donne. Le differenze nel mercato del lavoro si traducono anche in differenze nei redditi, che a loro volta incidono sul mercato dei credit services. Un tasso di occupazione più elevato comporta un reddito più elevato e quindi una maggiore fiducia nel pagare in tempo le bollette.

Una maggiore comunicazione può aiutare

È anche vero che più donne (24%) che uomini (22%) concordano con l'affermazione secondo cui lottano per parlare apertamente di finanziamenti con il proprio partner.

In questa categoria, la media europea è del 23%, ma in Romania la mancanza di apertura finanziaria è pari al 76%, con le coppie ceche al 42%. Danimarca, Svezia e Paesi Bassi sono all'altra estremità della scala, il 12%.

I genitori sono particolarmente tesi per la situazione finanziaria

I risultati del sondaggio mostrano che i genitori sono chiaramente più colpiti da problemi finanziari nella loro relazione rispetto ai non genitori. Circa il 32% dei genitori afferma che la situazione finanziaria familiare è stata una fonte di tensione, mentre solo il 21% dei non genitori afferma che è così.

Naturalmente, le implicazioni finanziarie della crescita dei figli sono chiare, anche in altri parti del report ci sono risultati che forse hanno un impatto sulle tensioni finanziarie.

Ad esempio, in sei mesi, il 38% degli intervistati ha sforato il plafond della propria carta di credito almeno una volta per acquistare qualcosa per i propri figli , mentre il 24% degli europei, ha dichiarato di aver preso in prestito denaro per pagare le bollette, più di sette genitori su dieci (il 73%) afferma di aver preso in prestito denaro per comprare qualcosa per il proprio figlio.

Potete scaricare il nostro European Payment Report qui

Potete scaricare il nostro European Consumer Payment Report qui